31.3.03

[Baghdad, Iraq]
Baghdad resident Taha Sabri, killed Monday in a U.S. air strike on his city, would have loved the eventual liberation of Iraq and establishment of democracy, had he lived to see it, his grieving widow said. (su theonion via tribook)

29.3.03

[nemesi] leggo stamattina questo post di personalita' confusa, a proposito di una stagista addetta alle fotocopie laureata in lettere antiche e con velleita' archeosumere e mi gira un po' la testa. forse aprira' un blog, credo che lo leggero'.

27.3.03

[iraq] due volontarie di unponteper sono arrivate a baghdad nella notte tra 23 e 24.

[nel frattempo]
» flavio cattaneo e' il nuovo direttore rai senza il voto di annunziata (corriere)
» rese note le motivazioni con le quali la corte di cassazione ha respinto la richiesta di ricusazione dei giudici milanesi avanzata da Cesare Previti, respingendo le ipotesi di non serenità di giudizio del collegio meneghino; stralcio del commento di pecorella: Una ulteriore pervicacia del Tribunale di Milano a tenersi i processi aggraverebbe il danno già fatto non solo agli imputati, ma allo stesso funzionamento dell'apparato (repubblica)
» il sindaco di milano, gabriele albertini indagato per concorso in falso ideologico per la vicenda degli emendamenti in bianco della maggioranza al consiglio comunale (ilnuovo)
» stasera su 25 reti locali ci sono fo e rame

26.3.03

[ubw(ar) minor cessat] impagabile l'aggiornamento perpetuo sull'ubw di questi giorni a cura di alcuni valorosi che si sbattono a turno in staffette orarie che coprono almeno 23 ore. [ubi war minus habens?]

23.3.03

[uccideranno solo stranieri] Una maratona di lettura dal titolo 'Uccideranno solo stranieri' sarà organizzata domani 24 marzo dalle ore 19 al Politecnico Fandango di Roma in via Tiepolo 13. Attori, scrittori, musicisti, registi hanno già aderito all'iniziativa e sono invitati tutti i cittadini ad intervenire con un brano scelto contro la guerra.
Sullo schermo del cinema verranno proiettati in contemporanea alla lettura immagini tratte da documentari, dalle notizie della CNN e di Al Jazeera. L'ingresso è libero e chiunque potrà leggere un brano di un libro, di un articolo, il testo di una canzone che rappresentano una voce contro la guerra. Alla maratona hanno già aderito gli scrittori Sandro Veronesi, Erri De Luca, Mauro Senesi, Alessandro Baricco, i registi Daniele Vicari, Paolo Benvenuti, Lucio Pellegrini, Gabriele Muccino e Guido Chiesa e ancora gli attori Valerio Mastrandrea, Antonio Catania, Marco Giallini, Nicole Grimaudo, Ernesto Mahieux, Edo Gabriellini e il produttore Domenico Procacci.

20.3.03

[guerra] ore 3:35

19.3.03

[palinsesto] fossi nella testa delle teste raiset per quest'oggi vedrei bene la trasmissione della terna kubrickiana orizzonti di gloria - dottor stranamore (come ho imparato ad amare la bomba) - full metal jacket.

18.3.03

[mai piu' senza] King of Pop Baby Drop pop culture moments that we could just never forget.
anche nella versione unpainted: Feeling crafty? Get this unpainted version of our ?King of Pop Baby Drop? sculpt and paint it yourself. Makes a great gift for someone interested in learning how to paint
*
per una questione di volgare pregiudizio non acquisto ne' leggo ne' frequento uomini che acquistino o leggano la rivista Men's Health, precludendomi -ne sono consapevole- almeno la conoscenza di una parte antropologicamente interessante di maschi del pianeta, del resto ognuna ha i suoi limiti. stamane seguendo una serie di link deliranti arrivo nel bel mezzo della versione online e leggo: uno spruzzo per spruzzare (sofisticato gioco di parole per descrivere uno spray nasale che procura l'erezione in meno di 15 minuti) e poi un paio di regole d'oro per essere veri gentiluomini a letto, la prima delle quali e' spegnere il cellulare (!) e la seconda evitare di chiamarla con il nome di un'altra mentre ci si accoppia (!!) -anche perche' immagino che il telefono che suoni e la confusione dei nomi sottraggano tempo prezioso all'effetto dello spray precedentemente inalato-.

16.3.03

[savoia] la nostra inviata a napoli mariavittoria serventi viendalmare, del ramo cadetto di roccacannuccia, ci invia una nota spese allucinante relativa alla giornata di ieri trascorsa a napoli. malgrado il sole ha dovuto acquistare in tutta fretta un paio di metri quadrati di pelli di zibellino per stare almeno dietro alla principessa sabauda -che le cronache ci dicono esser giunta invisonata, con l'ottima ragione che veniva da ginevra, e non e' che poi una lascia la stola in aereo-. marina doria l'ha trattata con un po' di freddezza, pare, dovuta a un'antica ruggine tra bisnonne risalente al secondo quarto della prima meta' del settimo secolo (una partita di bombole di lacca per capelli scomparsa), e pertanto tra le due non c'e' stato il saluto protocollare ma solo una piroetta carpiata con inchino all'indietro e un inizio di parapiglia quando sono inciampate nelle relative stole e mariavittoria ha calpestato gli occhiali di acciaio temperato di marinadoria. migliore lo scambio con vittorio emanuele, che alla nostra inviata ha rivolto il consueto Grazie a tutti gli italiani per aver reso possibile, tramite il Parlamento, il rientro il patria in tre lingue (dauno osco ed etrusco) che il principe crede si parlino ancora nella penisola. successivamente con regale munificenza ha lanciato alcune monetine all'indirizzo di una donna querula e insistente con uno stendardo al collo nel quale gli e' parso di ravvisare il simbolo della casata hermete, prontamente imitato dalla nostra inviata multata all'istante per aver ferito il sindaco con una moneta da 2 euro (sempre strafare!).
le teste cotonate hanno poi dato il via al corteo che s'e' mosso tra ali di folla festante, agitando la mano in quel saluto un po' cionco che in europa fa tanto buckingham palace ma che in italia adopera solo il papa, mentre l'incontenibile emanuele filiberto ha preferito seguire i genitori per le vie di napoli in sella a una moto d'acqua, per l'occasione opportunamente modificata, con la quale ha tentato piu' volte di aprirsi un varco tra i neomonarchici da lui confusi con i neoborbonici riuscendo solo a investire la mariavittoria che s'e' fatta tre ore di pronto soccorso al cardarelli, un'ora in sala raggi, 2 ore e quaranta in sala gessi, ed e' stata rilasciata solo verso sera.

14.3.03

[a margine] su repubblica di carta di ieri leggevo dei complimenti di berluz all'ufficio risorse umane di un'azienda per aver avuto occhio e gusto nell'assunzione di personale femminile di bell'aspetto. chi e' bello, era piu' o meno la conclusione, fa lavorare con piu' piacere e quindi piu' profitto chi gli sta intorno, quindi assumete belle donne e siete a posto.
sorvoliamo pure sul merito della questione che sembra indifendibile a meno di non usare toni veteroqualcosa, sorvoliamo sull'ovvio e vale a dire che e' chiaro che lavorare con gente che ogni tanto si fa una doccia e si da' una pettinata rende meglio che lavorare con pustolosi puzzolenti, sorvoliamo (con piacere) su vergassola che ha replicato che si trattava senz'altro di una boutade altrimenti lo stesso berlusconi dovrebbe tornare in miniera, ed entriamo nel merito della questione chiedendoci con quale criterio si sia scelta l'annunziata.

Con tutta la stima per la giornalista e il doveroso omaggio al politicamente corretto, diciamo la verità: Lucia Annunziata presidente della Rai è un po' come Scarnecchia capitano del Resto del Mondo (qui)

13.3.03

[de paura] su giallodivino leggo

A proposito del dibattito "de disaffetione" (o: del perchè i giovani d'oggi non leggono?) sto dalla parte di quelli che dicono meglio Stephen King di niente.
e subito vorrei contrattaccare sia nel merito che con il de commentarium absentia che mi impedisce di scriverci due righe poco sotto.
questa storia di king per elezione o pregiudizio accademico contraltare delle letture vere e degli autori veri mi strenua; ogni tre-per-due qualcuno mi chiede perche' leggo i suoi libri (ma tu proprio tu, si, io proprio io) o addirittura me li cerco pure nella versione originale (non tutti non sempre, va da se').
alcune delle sue sono storie affascinanti - financo un non appassionato lo sa, se e' andato al cinema o solo ha sentito parlare di shining di misery dell'allievo di sugar baby delle ali della liberta' - benche' l'esser saccheggiati dagli sceneggiatori cinematografici non corrisponda a un sigillo di qualita' e nonostante abbia scritto anche christine la macchina infernale.
di libri ancora da leggere, ne convengo, ce n'e' in quantita', tuttavia io sto dalla parte di quelli che leggono (anche) king e non mi verrebbe in mente di strapparmi i capelli sapendo che lo leggono quelli che non leggono altro, perche' dubiterei anche dell'universo interiore di uno che leggesse solo pynchon o solo l'alfieri.
e nella frase citata di giallodivino a king sostituirei bevilacqua.

10.3.03

[maiuscoli] Tre capolavori del Rinascimento a Torino, biblioteca reale, da ieri e fino al 7 marzo 2004: il Ritratto d'uomo di Antonello da Messina, il codice miniato Très Belles Heures de Notre-Dame di Jean van Eyck e l'Autoritratto di Leonardo
Prenotazioni e informazioni 800.32.93.29 o qui

[mieli] bossi dice non e' un bollito; curzio maltese sostiene che non e' un tartufo, e se e' per questo non e' nemmeno di sinistra (qualsiasi cosa voglia dire).
mi ricorda altri brividi regalati dal governo, tipo dover difendere il diritto alla parola di biagi tramutato in santino della sinistra (q.c.v.d.).

7.3.03

mi scade l'assicurazione della macchina in questi giorni (per dirla tutta e' gia' scaduta e sono nei 15 giorni sabbatici); non l'ho ancora pagata perché dopo anni di polizze presso l'ex compagno di scuola diventato assicuratore -e contestualmente semimiliardario senza mai applicare 10 lire di sconto manco alla madre- mi sono messa in testa di poterne trovare una meno esosa e vincendo luddismo interiore e pigrizia congenita mi sono addentrata nel mondo delle assicurazioni online.
ora, il luddismo non e' una bestia facile da fronteggiare: illumina d'immenso dettagli altrimenti di poco conto e vela di ambiguita' ogni singola voce (compresa la nota 'eventi naturali' all'interno della quale sono previsti soltanto comete e colpi di coda di tirannosauro). pertanto stamane cerco di leggere con mente sgombra da pregiudizio i preventivi che mi sono stati inviati a casa, e di fatto va tutto bene, fin quasi alla fine.
in calce il preventivo e' firmato dall'amministratore delegato jackson browne (ruggito del luddismo)

[gugol] non so quante ne pensano, ma ne fanno parecchie
[scopro mezzo secondo dopo che ce ne sono molti altri anche qui]

4.3.03

[coincidenze] pio laghi in missione (di pace) a washington. mi era capitato di parlare di lui giusto una ventina di giorni fa.
ne parlava anche gianni mina', in questi termini:

Che in Vaticano siano ancora importanti Sodano, grande amico di Pinochet, o monsignor Pio Laghi, che non solo non seppe salvare, ma che respinse le persone che cercavano una soluzione al dramma delle sparizioni in Argentina, sono realtà che mi lasciano molto perplesso

in un'intervista che si trova qui.
figuriamoci quant'e' perplesso adesso.

rss

mi sentivo talmente salame a non capire un fico sentendo parlare di rss che seguendo indicazioni sparse su vari blog ho provato ed e' risultato tutto piu' semplice di quanto non pensassi. inoltre grazie a un pratico (ed elementare) feedreader leggo (alcuni) dei miei blog preferiti assai piu' rapidamente.

3.3.03

stamattina su manteblog leggo qualche riga sui fatti di ieri.
il post di mantellini fa riferimento a un commento apparso ieri su indymedia a proposito dell'avvenimento, e chiude con tre righe che riporto tal quali:

Ecco, se questa e' l'informazione indipendente in Italia, curata da organizzazioni, radio, centri sociali, collettivi, giornalisti videomaker, alternativa a quella del sistema e' ovvio che ci sono in giro fiumi di energie sprecate. E un cammino da fare ancora lunghissimo verso una decenza minima.

non credo che sia questa l'informazione indipendente in italia, anche a giudicare dai commenti che seguono oggi quel post che suona talmente scemo da sembrarmi finto. e' pur vero tuttavia che su indymedia altro a proposito (al momento) non appare.