31.8.02

31 agosto - Sant'Abbondio
i nostri migliori auguri ai pochi Abbondio di nome e ai molti Abbondio di fatto

30.8.02

punto di non ritorno
nanni moretti, fino all'altro ieri umbratile e per nulla proclive all'esposizione di se' se non attraverso pellicola diventa idolo della folla terrorista-girotondista e organizza manifestazioni e concerti (concerti! avete capito di chi si parla? di nanni moretti)
umberto eco in un eccellente articolo su repubblica di ieri (qui) difende il diritto di scendere in piazza. c'e' di strano che se ne senta (lui che lo scrive e noi che lo leggiamo) la necessita' all'alba del millennio. parliamo di eco, un esimio signore che fino a un anno fa dedicava le bustine di minerva ai calembour.
taormina, di professione mi pare avvocato, prosegue nel delirio comunicativo inaugurato quando assunse la difesa della m.d.c. e in puro stile perry mason annuncia che sa chi e' l'assassino e lo provera' e lo portera' in tribunale (ma leggersi due-tre agatha christie?)
berlusconi a volte ritorna dalle vacanze, ed e' subito delirio di numeri e percentuali.
per finire in controtendenza il primo film presentato al festival di venezia e' Frida (kalho) brutta pelosa claudicante comunista e bisessuale (non era negra purtroppo e nemmeno ebrea) (e sicuramente nemmeno razza piave)

ps
visto il tempo sarebbe carino ricordare con mezzo minuto di silenzio le mezze stagioni.

la campagna abbonamenti 2002 di una collana popolare, ma con una sua (passata?) dignita', quale "I Classici del Giallo Mondadori", ha il seguente, letterale, tenore: "5.000 cadaveri, 2.500 misteri, 1.000 investigatori, un solo abbonamento"

28.8.02

baricco
ricevo e volentieri pubblico:
oggi 28 agosto, dalle 15 alle 18, linea diretta con alessandro baricco in occasione dell'uscita di "senza sangue", ultima sua fatica.
naturalmente sul sito del suo editore www.rcslibri.it

27.8.02

[absit iniuria verbis] vale la pena spendere due parole sul sindaco di Treviso, Giancarlo Gentilini.
ma proprio due.
in una breve intervista a canale5 (tg delle 13) chiarisce le ragioni della tolleranza zero praticata nei confronti dei marocchini che gli hanno occupato il sagrato del salotto buono (e degli immigrati in genere): il suo scopo di sindaco e' proteggere in primis la razza veneta, e in secundis ribadire il primato della razza piave.
ha detto cosi': razza veneta e razza piave.

ps
mi perdoni il sindaco se esprimo qualche banalita' nella lingua del popolo che ha insegnato a costruire sinanco le fogne ai suoi antenati (del veneto o del piave).

pps
non ho antipatia in linea di massima per i leghisti: mi sforzo di rispettare le loro opinioni, mi piace il verde, apprezzerei che alcuni poteri fossero decentrati. appoggio comunque totalmente la questione (che bossi sembra aver dimenticato, aihme) della secessione: vogliono secedere? secedessero, secedessero con comodo.

26.8.02

disinformazia
"Autunni caldi, scontri di piazza, molotov: le parole d'ordine che viaggiano su Internet stanno scaldando i cuori dei cyber rivoluzionari. Anche se, per ora, ai sampietrini preferiscono email e arringhe dai siti dell'antagonismo duro."
questo l'incipit di un articolo di Panorama nel quale vengono disinvoltamente definiti siti “dell’eversione sul web" anche alcuni siti di controinformazione .
per saperne di più o esprimere solidarietà: informationguerrilla e indymedia

25.8.02

Festivaletteratura 2002
La sesta edizione di Festivaletteratura è ai nastri di partenza. Dal 4 all'8 settembre a Mantova più di cento eventi tra incontri con autori, reading, laboratori e spettacoli.
Protagonisti tra gli altri Eliette Abécassis, Michael Cunningham, Richard Ford, Amitav Ghosh, David Lodge, Fatima Mernissi, Gino Strada, Tiziano Terzani, Irvine Welsh e numerosissimi altri autori. Ritornano a Mantova Ian McEwan, Luigi Meneghello, Giuseppe Pontiggia, Paco Ignacio Taibo e Francesco Altan, quest'anno insieme alla redazione di Pimpa.

> sito ufficiale <

24.8.02

A dispetto del suo cognome il presidente Bush ostenta indifferenza quando non completo disinteresse nei confronti dell'ambiente.
Intanto ha dichiarato che non andra' al vertice di Johannesburg sullo sviluppo sostenibile il 26 agosto (un passo indietro rispetto al padre che pure troppo progressista non era e che pero' al vertice di Rio ci ando', forse per scommessa) probabilmente dimostrando, come suggerisce la cnn, lo scarsissimo interesse nei confronti delle iniziative multilaterali.
Del resto, sempre cnn, tutti i 15 stati membri dell'Unione europea stanno mettendo in pratica le misure previste dal Protocollo di Kyoto sul riscaldamento globale, nonostante gli Usa si siano rifiutati di fare altrettanto.
Non pago, annuncia (ieri) la rivoluzionaria iniziativa Foreste pulite per combattere il fenomeno allarmante degli incendi: "C'è bisogno di sfoltire i boschi - ha detto Bush - Dobbiamo rendere più sane le nostre foreste usando il buon senso" (si legga: disboscamento).
La logica americana della soluzione del problema con eliminazione della radice (anche nota come la sofisticata metafora del bambino e dell'acqua sporca) l'abbiamo gia' vista in azione (si bombarda la nazione che ospita i terroristi, operazione che fece temere che si potesse anche obliterare la sicilia per sconfiggere la mafia) e ne deriva naturalmente che si abbattano gli alberi per impedire che si incendino. se ne potrebbe cavare la soluzione anche per altri dilemmi gravi del secolo come abbattere i malati di hiv (o di qualsiasi altro incurabile male) per sconfiggere la malattia e nella stessa logica vorremmo suggerire di vietare l'uso delle automobili e delle armi per evitare gli incidenti relativi.

Vertice di Johannesburg (sito ufficiale, in inglese)
Faq sul vertice, in italiano

20.8.02

mai più senza
sapete che esiste un fans club di silvio banana in rete? e che, se vi iscrivete online, potete stampare il vostro attestato?

sarebbe talmente scontato fare del moralismo sul tenore delle informazioni che circolano nel periodo agostano che abbiamo deciso di seguire esattamente la stessa strada e inaugurare una buona volta la sezione nani&ballerine del blog.

l'estate in corso:
[avviso] il tg di italia1 va in onda ben ogni giorno con servizi esclusivamente dedicati alle spiagge alle creme abbronzanti alle feste a capri (nel week end delle alluvioni, nell'isola e' venuto giu' uno dei muri della via di tragara, ma quel giorno il servizio su capri era dedicato al debutto canoro di non so quale velina all'anema e core) e alla quantita' di cellulite esposta dalle vip -tutti i citati visti nella stessa edizione di tg-.
[pericolo] due signore in quota contestualmente alla maggioranza di governo e al vippaio -divenuti per altro sinonimi-, santanche' e carlucci, organizzano eventi culturali a spese, pare, delle giunte regionali segnatamente molise e puglia. lo racconta l'edizione cartacea dell'espresso in edicola che ci informa pure che la carlucci avrebbe (o starebbe per) creare una fondazione a lei intitolata, montalcini-mode.
[$] flavio briatore, gentiluomo d'altri tempi, ha inaugurato il suo locale in sardegna con una festa dall'evocativo titolo 'no finance, no romance'.
[romance] tra le molte storie d'amore che si vanno liquefacendo al calor bianco dell'estate la piu' significativa rimane senz'altro quella tra ronaldo e l'inter: tira molla torno ti voglio ti pago l'altra mi da' di piu' restituiscimi l'anello, et cetera.
[moralismo] la foto piu' inquietante dell'estate alluvionata mostra l'interno della stazione di dresda con l'acqua che arriva a meta' dei vagoni ferroviari.

14.8.02


"La nuvola che s'è mangiata il cielo, parte da dove partono ormai tutti gli incubi del nostro Occidente con la coda di paglia e con le mani sporche: dall'Asia."
[Vittorio Zucconi su Repubblica del 13 settembre]

12.8.02

Ed Crane (magnifico B. B. Thornton) e' L'uomo che non c'era l'ultimo, buon, film dei fratelli Coen.
Ed e' un americano degli anni 40 e puo' quindi permettersi di fumare e di fumare parecchio: mentre lavora (barbiere), mentre guida, mentre torna a casa dal lavoro, mentre parla con l'avvocato a tavola, mentre visita la moglie in carcere, insomma dappertutto. Il fumo, le sue volute e trasparenze giocano parecchio nel bianco/nero del film e in una sola occasione una fanciulla in fiore chiede al protagonista di non accendere la sigaretta nella sua camera perche' suo padre non vuole.
Ora immaginiamo lo stesso film con la modifica proposta giorni fa da Sirchia, ministro della salute: su ogni fotogramma che mostri sigarette appaia in sovraimpressione la scritta "attenzione: si tratta di un messaggio subliminale foraggiato dall'industria del tabacco".
et voila', e' diventato un horror, ma un horror educativo.

10.8.02

su uno dei blog che seguo con regolarita' trovo stamane una riflessione interessante.
simplicissimus avanza qualche dubbio sulla chiarezza e le finalita' della 'guerrasanta antispam' condotta da organi di informazione nazionali e internazionali, e invita alla firma di un appello prospam (trovato su un sito di spam) richiamando, in sintesi, il concetto di liberta' della rete.
l'argomento ci e' caro carissimo, e tanto per banalizzare coinvolge la liberta' altrui di spammare e la mia di gestire oziosamente il blog (che per giunta si chiama come si chiama).
simplicissimus scrive 'E in nome di tutto ciò le lobby dei grandi media spingono ovunque per una legislazione sempre più proibizionista e autoritaria, scatenando isteriche richieste di leggi penali e repressive tra i net-perbenisti.', e condivido completamente l'asserzione. tuttavia un suo senso la crociata antispam ce l'ha: sarebbe per esempio auspicabile chiarire se e' vero o se pertiene al mondo delle leggende metropolitane che circolino a pagamento elenchi di indirizzi email o di numeri di cellulare che consentono non gia' agli spammatori di spammare, ma a chi a loro li vende di lucrare sull'invio di posta o sm alla fin fine non sollecitati

9.8.02

read the Freedom, read a Banned Book
abbiamo sostenuto free speech on line e anche il free deep linking per cui non si possono non spendere due parole per Free people read freely, the Banned Books Week organizzata dall'American Library Association dal 21 al 28 settembre 2002.
Spulciando i loro archivi apprendiamo che la piu' censurata nel 2000 e in ottima posizione anche nel 2001 e' la saga di Harry Potter: The series continues to draw complaints from parents and others concerned about the books’ alleged occult/Satanic theme, religious viewpoint, anti-family approach and violence.
Nei primi venti posti del decennio 1990-2000 trovano ancora posizione Le avventure di Huckleberry Finn (5), Uomini e topi (6), Il giovane Holden (13). Il premio nobel Toni Morrison appare al 39 e al 43simo posto, King 'solo' al 55simo con Cujo e la Allende al 67simo con La casa degli spiriti.

- perche' non posti il link invece di elencarli a casaccio?
giusto.

8.8.02

figurine
un "imprenditore" statunitense starebbe per mettere sul mercato USA un album di figurine i cui personaggi sono i morti dell'11 settembre
per farlo ha ottenuto l'autorizzazione dei familiari delle vittime che vi compariranno

[tlc]
il mondo della telefonia e' in articolato subbuglio, benche' sia agosto.
i fatti principali:
tim ha firmato ieri l'accordo preliminare, e ha comprato blu, che restituisce la licenza mobile e cessa di esistere. costo dell'acquisto 18 milioni di euro. risultato immediato: rialzo del titolo tim in borsa dell'1,11%.
sulla lunga distanza (se cioe' si arrivera' al perfezionamento dell'accordo in settembre): 700 degli attuali lavoratori blu passeranno in tim (oltre a una complicata spartizione di frequenze, stazioni radio, siti e sistemi informativi).
*
zeusnews ci informa su un fatto inquietante: sembra che il ministro gasparri contagiato anche lui dal dilagante prendotutteledecisioniinpienoagosto abbia emanato un decreto sull'installazione di antenne e ponti radio per la telefonia mobile (ma non solo) che semplifica e accelera le procedure attuali, introducendo il principio del silenzio-assenso che nelle intenzioni del ministro snellirebbe la procedura di installazione delle antenne (in verita' superando, sempre nelle intenzioni, la volonta' di enti locali e regioni).
l'articolo intero e' qui
*
ho appena chiamato il 187 di telecom italia per avere la conferma di un'altra notiziola trovata su zeusnews (non perche' non la trovassi attendibile ma sembrandomi inverosimile): per disabilitare la propria utenza di linea fissa dal 899 (il mefitico prefisso che va sostituendo gli 166, sul quale l'autorita' garante della privacy va indagando dal momento in cui e' cominciato lo spam via email e sms) e' necessario innanzitutto pagare 22.000 vecchie lire una tantum e un canone di 7.000; inoltre tale disabilitazione comprende tutte le chiamate al di fuori del proprio distretto: cioe' disattivando gli 899 non si possono fare chiamate interurbane, verso i cellulari e le itz (l'operatore mi rassicura: e' un'operazione reversibile, cioe' mi disabilito/riabilito sul momento, a seconda delle chiamate che devo fare, bonta' loro). credo si commenti da se'. vi sconsiglio di verificare di nuovo chiamando il 187 visto che pur essendo la chiamata gratuita c'e' da aspettare mezz'ora in linea.
[/tlc]

1.8.02

c'e' anche in ballo l'ipotesi che ugo beretta divenga ambasciatore negli usa. l'ipotesi e' assolutamente coerente con la nuova linea di condotta che giorni fa berluz ha indicato ai diplomatici italiani in giro per il mondo: divenire promoter del made in italy, esportare il brand e rafforzarlo.
sorvoliamo sull'equazione governo=stato per la confutazione della quale e' sufficiente un sussidiario delle medie, e anche su quella stato=azienda per la quale basta il buon senso.
sorvoliamo anche sull'idea di un industriale che ci rappresenti diplomaticamente all'estero -quante volte e' stato fatto il nome di Agnelli nello stesso senso?-
sorvoliamo sul fatto che il cavaliere del lavoro Beretta esporti il suo prodotto -pistole- ovunque e ovviamente negli usa, e che bush sia stato appoggiato alle elezioni sopratutto dalle lobby delle armi
(sorvoliamo pateticamente sull'incontro di maggio a pratica di mare, berluz regista impagabile, millantato per l'accordo sul disarmo quando si intedeva il disarmo della tecnologia obsoleta: butto il missilotto di cinque anni fa e intanto mi compro un razzo-laser-megatonico che mi rendera' imperatore della galassia)

sorvoliamo su tutto e diciamo che negli usa le nomine dei diplomatici vengono pronunciate dal presidente, ma sono destinate a passare al vaglio del senato.
in italia invece il presidente del consiglio designa e il ministro degli esteri puo' interloquire.
appunto.

ps sull'interim. che cosa aspetta? che finiscano le ferie o che inizi la benedetta guerra all'iraq e possa finalmente indossare le vesti del prode condottiero?

piazza fontana, vajont, portella delle ginestre e altre delizie.
in un articolo di Perini sul manifesto di ieri sono ricordati casi in cui la briosa applicazione del principio della legittima suspicione ha provocato qualche danno. Cioe' nessun danno o molte assoluzioni. > l'articolo <