4.10.03

[ancora sul buio]

a una settimana dal blackout si spegne il cicaleccio relativo al.
alcuni appunti presi in questi giorni:
1. se non ti sei accorta del blackout perche' eri a casa -figuriamoci- addirittura a letto -apriti cielo- non lo dire: impoverisce la drammatizzazione del racconto dell'interlocutore, e sembri quella che non s'e' accorta della fine del mondo
2. se non ti sei accorta del blackout e' inutile che la mattina della domenica alle dieci cerchi di chiamare il numero verde per comunicare che nel tuo condominio non c'e' corrente
3. se non hai pascolato per la notte bianca per evitare masse in movimento prima di dichiararlo cerca di capire se la persona che hai davanti non stesse cercando proprio quello (un po' irene grandi)
4. se almeno una volta nella vita hai messo piede ai capitolini o a castel s.angelo o la galleria spada o s. andrea della valle o in qualsiasi altrove monumentale romano dovrai sentir dire che fatto di notte e' tutta un'altra cosa / che fatto con tante persone e' tutta un'altra cosa (verissimo, da evitare) - / che gratis e' tutta un'altra cosa / che vedere le persone in fila e non per lo stadio e' una grande emozione e cosi' a esaurimento fino all'anima della folla
5. se ti raccontano di uno spettacolo musicale di quella sera non continuare a fare l'imbecille chiedendo tosca nel senso di tosca? dalla nel senso di dalla, lucio? e ci sei andata? (risposta: si', e li' vicino davano anche il sandaniele - il sandaniele? un musical? - no, il prosciutto)
6. se hai genitori anziani e una sorella molto giovane preoccupati di cosa fara' la seconda per evitare problemi alle coronarie dei primi