11.8.03

CRONACHETTE SICILIANE
[imprevisti] come un fulmine a ciel sereno arriva il serial killer estivo. giornata di telefonate e sms e rassicurazioni varie con parenti e amici.
al telefono la mamma: siete sicuri di stare bene?
io: stiamo benissimo.
lei: sicura? non e' che mi nascondi qualcosa? non e' che siete coinvolti?
io: coinvolti?
lei: magari feriti
io: mamma, hanno sparato a una coppia di sessantenni, santodio

[fonzie rules] per via dell'insonnia che mi perseguita e mi sveglia ogni mattina alle 6, per via della conformazione del miniappartamento (veramente molto mini, forse un pizzico più spazioso di una miniminor) e quella del bagno (grande, rilassante, con le piastrelline blu per terra e verdi al muro e la finestra panoramica) ogni mattina per tutti i beati 12 giorni ho eletto il cesso a mio ufficio personale portandoci caffe giornali cellulare sigarette e settimana enigmistica e trascorrendoci tutto il tempo prima della sveglia del pupo -almeno due ore se mi andava bene-. fonzie in piu' aveva solo i numeri di telefono delle sue belle scritti sul muro.

[continua]