14.5.03

[avanti silvio] a berlusconi vorrei consigliare di aprire un blog: con cio' sarei libera dalla tentazione alla quale cedo spessissimo di riportare stralci dei suoi deliri verbali decontestualizzati, nonche' consentire a me e a chiunque di visionarli velocemente tutti insieme giorno per giorno. glielo consiglierei con permalink per consegnarsi all'eternita' di blogger o di splinder, e certo senza commenti -giusto per evitare quell'antipatico slurpTM -spam che va di moda ora-. il post di oggi, per esempio, potrebbe intitolarsi [lungimirante visionaria follia] e riferendosi all'intensa giornata (verbale) di ieri potrebbe contenere il richiamo alla tv indecente (quella che gli ha consentito uno show tutto suo in prima serata senza contraddittorio davanti al ginocchio piegato di quello che vede le madonne); due brevi righe sull'affermazione padre Dante non sapeva che poi ci sarebbero state canzoni come 'Avanti popolo'; anche nella musica c'è posto per la cattiveria e sul perche' in perfetto fede-style citi una canzone storpiandone il titolo; un richiamo veloce ai teoremi folli, con la volontà politica di colpire la persona e il premier sui quali si basano le iniziative giudiziarie che lo vedono protagonista e chioserei con Ho dato incarico di perseguire tutti quelli che offendono la carica di presidente del Consiglio e lo farò in termini penali. Non credo di essere illiberale ma di compiere un dovere.
sembra incredibile che abbia potuto dire tutto cio' in un giorno solo, e ho pure tralasciato una delle sue dichiarazioni piu' trash che ieri non si e' peritato di ricordarci (sono innocente, l'ho giurato sui miei figli) nonche' il classico dal 1994 non ci fanno lavorare. su un ipotetico blog del berluz si infrangerebbero pure le regole auree stilate dalla pizia.