7.10.02

[santi num-er-i] e' stata di nuovo una domenica di pellegrini a roma, per la canonizzazione di josemaria escriva' de balaguer, fondatore dell'opus dei. 300.000 mila pellegrini, leggo in rete (ma non so se si tratti dei numeri della questura o di quelli del vaticano:~) e del resto l'opus dei dichiara ben 84.000 persone sparse in tutti i continenti come facenti parte della sola prelatura.
il pontificato di giovanni paolo II detiene saldamente il record per quanto riguarda nomine di santi e beati, grazie anche a uno snellimento nelle procedure voluta dallo stesso papa che fin qui ha nominato ben 456 santi e 1282 beati, incluse alcune plurinomine -come quella dei 120 martiri in cina, missionari e cinesi convertiti morti tra il 1648 e il 1930, canonizzazione che nel 2000 fu duramente contestata da Pechino-, alcune beatificazioni celebri come quella di giovanni xxiii (tra parentesi: il papa della pacem in terris, l'enciclica sulla liberta' umana e la dignita' come base per un nuovo ordine del mondo basato sulla pace, un papa simpatico pure a kruscev) e quella di pio ix (questo meno simpatico, e' quello del non expedit, la proibizione ai cattolici di votare ed essere votati, una forma di protesta contro l'annessione di roma allo stato italiano che di fatto sottraeva la citta' al potere temporale della chiesa) nonche' la canonizzazione-evento mediatico di padre pio, o quella di massimiliano kolbe ed edith stein, entrambi morti ad auschwitz.