27.8.02

[absit iniuria verbis] vale la pena spendere due parole sul sindaco di Treviso, Giancarlo Gentilini.
ma proprio due.
in una breve intervista a canale5 (tg delle 13) chiarisce le ragioni della tolleranza zero praticata nei confronti dei marocchini che gli hanno occupato il sagrato del salotto buono (e degli immigrati in genere): il suo scopo di sindaco e' proteggere in primis la razza veneta, e in secundis ribadire il primato della razza piave.
ha detto cosi': razza veneta e razza piave.

ps
mi perdoni il sindaco se esprimo qualche banalita' nella lingua del popolo che ha insegnato a costruire sinanco le fogne ai suoi antenati (del veneto o del piave).

pps
non ho antipatia in linea di massima per i leghisti: mi sforzo di rispettare le loro opinioni, mi piace il verde, apprezzerei che alcuni poteri fossero decentrati. appoggio comunque totalmente la questione (che bossi sembra aver dimenticato, aihme) della secessione: vogliono secedere? secedessero, secedessero con comodo.