13.7.02

Capri 1.
La globalizzazione fa si che ovunque nel globo noto mi trovi possa acquistare lo stesso shampoo che uso a casa, le stesse scarpe da ginnastica, la stessa maglietta, lo stesso cibo. A Capri si puo' fare uno strappo no-glo facendosi fare da un artigiano -Faiella, sempre lo stesso, in angusta botteghina con vetrina tristanzuola tra ferragamo e cartier- i sandali capresi -gli stessi modelli da svariati decenni in qua con pochissime variazioni sul tema- su misura e al costo di 30 - 40 euro scegliendo tra una decina di colori possibili (tempi di realizzazione: una notte).
L'unico modo del resto per inerpicarsi sull'inevitabile ciottolo caprese sul quale pure svettano intrepide dall'alto dei loro sette centimetri a spillo o a rocchetto donne piu' o meno giovani votate qui piu' che altrove a volontario martirio.